“Self-on-a-Chip”: bando di selezione per l’assegnazione di una borsa di studio per attività di ricerca

Il progetto prevede la collaborazione tra scienziati e filosofi della scienza

18 luglio 2016 - È aperto il concorso per il conferimento di 1 borsa di studio per attività di ricerca nell’ambito del progetto “Self-on-a-Chip: A Study of Embodiment in Innovative 3D Cell-Culture Models”, in corso da aprile 2016 ad aprile 2017 e rinnovabile per un ulteriore anno, finanziato dal “Bando Interno per progetti di ricerca utili a favorire la formazione di profili interdisciplinari in collaborazione tra l’Istituto FAST e le unità di ricerca dell’Ateneo sul tema dell’embodiment”.

Il progetto “Self-on-a-Chip” è focalizzato sugli aspetti tecnici e metodologici, teorici, epistemologici e filosofici di alcuni modelli ‘cells-on-chip’ fortemente innovativi in corso di realizzazione presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma da parte di un team scientifico interdiscipinare di ingegneria tissutale, oncologia traslazionale, e modellizzazione matematica.

Attraverso la collaborazione tra scienziati e filosofi della scienza, il progetto determinerà la qualità dei nuovi modelli sia per lo studio del cancro e dell’organizzazione tissutale, sia per la riconsiderazione di concetti filosofici come quello di ‘sé’. Sotto la supervisione scientifica del Principal Investigator del progetto “Self-on-a-Chip”, prof.ssa Marta Bertolaso, il borsista svolgerà un ruolo attivo collaborando agli aspetti prettamente storico-filosofici del progetto. 

Bando di concorso

Nomina della Commissione Giudicatrice