La ricerca scientifica come atto umano

L’Istituto di Filosofia dell’Agire Scientifico e Tecnologico (FAST) è stato istituito nel 2008 dall’Università Campus Bio-Medico di Roma per promuovere i principi contenuti nella Carta delle Finalità dell’Università. È una struttura di coordinamento delle attività didattiche e di ricerca dell’Ateneo nei settori di sua competenza: Antropologia, Etica generale, Etica professionale, Bioetica Generale, Bioetica Clinica, Filosofia Morale, Logica e Filosofia della Scienza, Medicina Legale, Storia della Medicina, Storia della Scienza e della Tecnica, Psicologia Sociale, Filosofia del Diritto e Medicina sociale.

Il FAST mette a servizio dell’intero Ateneo gli strumenti e le competenze della razionalità filosofica negli ambiti disciplinari dell'Antropologia, dell'Etica e dell’Etica applicata, della Bioetica, della Logica e dell’Epistemologia, della Metafisica, della Storia della Scienza e della Tecnica e del Biodiritto. L'attività del FAST parte da una concezione della ricerca scientifica come atto umano che comporta metodologia, creatività e interpretazione, ma anche orientamento a un fine specifico personale e sociale. Per questo la stessa denominazione dell'Istituto pone l'accento sulla “filosofia dell’agire scientifico e tecnologico” piuttosto che su una più tradizionale “filosofia della scienza”. L'attività scientifica dell'Istituto è così focalizzata non tanto e non solo sull’oggetto del sapere, quanto piuttosto sul suo soggetto: la persona del ricercatore, del clinico, del tecnologo nella ricchezza delle loro dimensioni personali.

Didattica e ricerca del FAST sono condotte attraverso un lavoro interdisciplinare, svolto sia all’interno dell'Università Campus Bio-Medico di Roma che in collaborazione con altre Istituzioni, al fine di realizzare un dialogo fra filosofi, ricercatori e docenti delle diverse discipline scientifiche.