Da UCBM alla Tanzania, la storia del dott. Enrico Davoli

Medico in missione nel cuore della savana

15 gennaio 2021 - Enrico Davoli, chirurgo generale specialista del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, è appena atterrato in Africa, il luogo che lo aveva ammaliato fin da bambino ma che poi lo aveva respinto dopo una vita diventata troppo dura. Da gennaio il dott. Davoli ha una nuova missione: avviare la fondazione di un centro per la salute della donna e del bambino in Tanzania, con speciale attenzione alla prevenzione dei tumori femminili e alla disabilità neuromotoria. 

Appena due anni fa, Davoli aveva accettato la proposta di Tiziana Bernardi, membro del Consiglio di Amministrazione UCBM e fondatrice della Onlus Golfini Rossi, di accompagnarla in Africa insieme a trenta laureandi dell'Università per impegnarsi nella cura dei più vulnerabili. A marzo 2020 invece avrebbe dovuto iniziare il nuovo progetto per la creazione del centro ma che purtroppo la pandemia da Covid-19 ha ritardato fino a gennaio 2021. Con l'arrivo in Tanzania finalmente tutto comincia a prendere forma: sono stati ingaggiati membri della comunità scientifica italiana e i docenti del Politecnico di Milano. Per il chirurgo in missione si tratta di un primo passo per un grande sogno: "Ho scelto la chirurgia e l'Africa perché è il luogo dove mi sento felice dove trovo la purezza nei rapporti umani, dove nonostante la povertà la sera la gente ha sempre un motivo per ballare" .

L'Università Campus Bio-Medico di Roma da diversi anni aiuta i Paesi in via di sviluppo, quali Tanzania, Perù e Madagascar, e si impegna a rinnovare il suo impegno in attività di assistenza e educazione sanitaria-alimentare, programmi di ricerca interuniversitari e progetti di realizzazione di infrastrutture d'interesse sociale nei Paesi in via di sviluppo. 

>> Scopri i progetti di cooperazione internazionale UCBM

>> La storia di Enrico Davoli raccontata su Avvenire

Ultime News