La visita del Sottosegretario Costa in UCBM

25 marzo 2022 - Si formano all'interno dei Corsi di Laurea triennale e magistrale in Scienze dell'Alimentazione e della Nutrizione Umana per diventare nutrizionisti, esperti di educazione alimentare, anche nell'ambito nutraceutico e funzionale, nonché in quello sportivo e dei programmi di nutrizione e alimentazione per i Paesi in via di sviluppo, con una visione che mette al centro la salute della persona ma anche dell'ambiente in ottica one health. Sono i laureati dell’Università Campus Bio-Medico di Roma che possono contare su un percorso completo - triennale e magistrale - basato su solide competenze scientifiche in grado di garantire un tasso occupazionale vicino all’80% a un solo anno dalla laurea.

Il tema dell'alimentazione come determinante di salute, su cui si fondano i corsi di laurea in Scienze dell'Alimentazione e della Nutrizione Umana, è stato al centro della visita del Sottosegretario al Ministero della Salute, Andrea Costa, con deleghe nei campi della medicina sportiva, della sicurezza degli alimenti, dell'ambiente e dei percorsi terapeutici connessi al fenomeno delle dipendenze.

"Un buon numero di laureati in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana è oggi impiegato all’interno di centri per il disturbo del comportamento alimentare, patologie che possono essere affrontate grazie all’aiuto di figure preparate e specializzate che sanno lavorare in team multidisciplinari – ha spiegato la prof.ssa De Gara, Presidente del Corso di Laurea Magistrale e Preside della Facoltà Dipartimentale di Scienze e Tecnologie per l’Uomo e l’Ambiente. Formiamo professionisti della nutrizione con un forte legame con la salute, ma anche pronti ad inserirsi all’interno di aziende alimentari e della ristorazione collettiva in programmi di educazione alimentare, o nel campo della nutraceutica, nei processi di validazione scientifica di alimenti funzionali per la cura di patologie. Sono sempre più numerosi i trial clinici che vedono i nostri laureati al fianco di altre figure sanitarie nella validazione di percorsi terapeutici per il ripristino dello stato di salute o nella prevenzione”.

In occasione dell'incontro, il sottosegretario ha inoltre visitato alcuni laboratori di ricerca dell'Università, all'interno dei quali sono in corso studi specifici sulla produzione di alimenti finalizzati a cure sempre più personalizzate e per l'individuazione di prodotti della tradizione mediterranea con valenze interessanti anche per la dieta degli atleti.