Educazione civica per maturare consapevolezza sanitaria, alimentare e digitale 

26 febbraio 2021 Formare cittadini consapevoli oltre i limiti posti dalla pandemia è la innovativa sfida di “IO, CITTADINO ONLIFE”, il nuovo progetto nazionale di alternanza scuola-lavoro al via il 24 febbraio in modalità online che punta sull’educazione civica come strumento per accrescere le competenze trasversali degli studenti e ridurre il contagio da Covid-19, prevenire le dipendenze nell’era digitale ed essere protagonisti della rivoluzione verde in atto.

Voluto dall’Università Campus Bio-Medico di Roma e dall’Associazione Nazionale Presidi insieme alla fondazione “Il sorriso di Cristiana” il corso punta a coinvolgere gli studenti delle III e IV classi superiori ponendo al centro quattro temi fondamentali: educazione digitale e dipendenze, Covid-19 e vaccini, sana alimentazione e corretti stili di vita, ambiente ed economia circolare.

All’evento di lancio del corso, al via il 24 febbraio in modalità Ted Talk presso il liceo Pio IX interverrà lo psicoterapeuta Massimo Ammaniti dopo i saluti di Raffaele Calabrò, Rettore dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, Andrea Rossi, Direttore Generale UCBM, Mario Rusconi, Presidente della Associazione nazionale presidi del Lazio; Michele Bracco, fondatore della Fondazione “Il sorriso di Cristiana”.

“Questo percorso di educazione civica – sottolinea il Rettore Raffaele Calabrò – rappresenta un’occasione preziosa per costruire un ponte tra i giovani studenti di oggi e il mondo universitario che frequenteranno domani. Vogliamo portare nelle scuole italiane un po' dell’atmosfera che si respira nel nostro ateneo dove crescono i medici di domani, gli ingegneri biomedici e quelli che guideranno l’economia sostenibile insieme agli esperti di nutrizione e dell’industria alimentare all’avanguardia. Unire le competenze scientifiche a un corretto utilizzo degli strumenti di conoscenza e delle informazioni oggi in nostro possesso è la prima vera arma da usare per vivere consapevolmente in un mondo complesso come il nostro”.

“La scuola sta vivendo un momento cruciale – spiega Alfonso Benevento della Anp - in un periodo nel quale, tra un possibile nuovo lockdown e le attese decisioni sugli esami di maturità, stanno per essere nuovamente definite le modalità di partecipazione degli studenti alla vita scolastica. I cambiamenti imposti dalla pandemia rendono l’educazione civica un momento ancora più importante nel percorso formativo degli studenti italiani, chiamati a diventare cittadini digitali consapevoli. Insieme all’Università Campus Bio-Medico di Roma abbiamo la doppia opportunità di trasmettere importanti skill trasversali grazie all’esperienza quotidiana di chi affronta quotidianamente questi temi nell’ambito dell’insegnamento universitario e della ricerca scientifica”.

Il progetto, fortemente sostenuto dalla Fondazione “Il sorriso di Cristiana”, è improntato alla solidarietà sociale. Scopi della Fondazione sono il contributo alla ricerca scientifica, il sostegno agli studi e il sovvenzionamento di iniziative come questo corso.

Le attività partiranno dai primi di marzo in versione sperimentale nelle classi III e IV di alcune scuole di Roma (Liceo Newton e Istituto Agrario Sereni) per poi diffondersi a livello nazionale nel corso dell’anno scolastico 2021-2022. Ogni mercoledì del mese un webinar porterà agli studenti il contributo di un esperto o di un docente universitario su tematiche trasversali come i vaccini anti-Covid, la dipendenza dal web, la corretta alimentazione, le droghe.

Quattro pillole formative da 10 minuti e un evento conclusivo completeranno l’offerta formativa. Al termine del corso un lavoro di gruppo per lo sviluppo di un video da 1 minuto sui temi del corso sarà la sfida finale per gli studenti partecipanti. I migliori video saranno diffusi sui canali di comunicazione UCBM, Anp e Fondazione “Il sorriso di Cristiana”. I primi tre classificati, valutati da una commissione interna costituita ad hoc, sarà consegnato un premio da utilizzare in corsi o altre occasioni di formazione.