Spazi dedicati alla didattica e alla vita universitaria 

16 luglio 2021 - Avviata tra il Polo di Ricerca Avanzata (PRABB) e il Policlinico Universitario la costruzione di un nuovo edificio dedicato alla didattica, prima realizzazione del Masterplan urbanistico di Labics e Topotek 1, vincitore del Concorso Internazionale che doterà, secondo il modello del Parco Universitario, l’Ateneo di nuovi spazi di studio e vita universitaria secondo quanto previsto dal Piano di Sviluppo al 2045.

Permeabilità con la vicina Riserva Naturale di Decima Malafede, eco-sostenibilità, flessibilità delle strutture e disponibilità di ampi spazi per la relazione e l’apprendimento informale sono le caratteristiche principali del nuovo edificio che si svilupperà su una superficie totale di circa 10.500 mq.

Certificabile in classe energetica A2 e con caratteristiche di Nearly Zero Energy Building (a energia quasi zero), l’edificio è strutturato secondo uno schema razionale che prevede due fasce di circa 13 metri lungo i fronti sud e nord, dove sono localizzate le aule e un "vuoto" centrale sui fronti est e ovest dove sono collocati gli ambienti principali: l’atrio, l’auditorium, lo spazio studio, il cortile, tutti luoghi di incontro e socializzazione per la comunità degli studenti e dei docenti.

Articolato su tre livelli, l’edificio potrà contare al piano terra di 4 aule, ciascuna divisibile in due più piccole. In corrispondenza dell’ingresso principale a ovest ci sarà l’auditorium, anch’esso divisibile in due aule e utilizzabile anche per eventi pubblici e un’area ristoro. Ulteriori quattro aule, anch’esse divisibili, saranno disponibili al primo piano, che ospiterà anche un’ampia area uffici e meeting rooms (circa 350 mq), la grande sala studio che affaccia sul cortile interno (circa 400 mq) e una cappella. Il piano interrato sarà invece dedicato al Simulation Center (circa 400 mq) e accoglierà tutti gli spazi tecnici e di servizio.

È in corso la definizione del nome dell’edificio con la partecipazione attiva e preziosa di studenti e docenti.

I lavori prevedono anche la realizzazione di nuovi parcheggi interrati con soluzioni di mobilità innovativa a servizio del nuovo edificio e del Policlinico Universitario e l’attrezzaggio di un’area verde a servizio della comunità universitaria e della cittadinanza.

In attesa della cerimonia di posa della prima pietra prevista a settembre, i lavori procedono a ritmo serrato e si stima che l'edificio potrà essere disponibile per l’anno accademico 2022/2023.