Giulio Volpe, alumno UCBM a Cambridge

La ricerca sulla sclerosi multipla nell’ateneo inglese dopo la laurea in Medicina e Chirurgia all’Università Campus Bio-Medico di Roma

13 luglio 2017 - 27 anni, una laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma e un Master of Philosophy in Clinical Neurosciences al Queens’ College di Londra. L’ex studente UCBM Giulio Volpe, grazie a una borsa di studio della Campus Bio-Medico Alumni Association, è volato a Cambridge dove ha portato avanti un lavoro di ricerca recentemente apparso sul Journal of Neuroimmunology. Al centro dello studio la sclerosi multipla, malattia infiammatoria in cui il sistema immunitario distrugge la mielina, una sostanza che riveste le fibre nervose, provocando lesioni a carico del sistema nervoso centrale con la progressiva perdita delle capacità motorie e cognitive.

Non esistendo ad oggi una cura in grado di arrestare la sclerosi multipla, l’alumno UCBM ha lavorato ad un progetto che vede nelle cellule staminali neurali  - in grado di modulare la risposta infiammatoria e reintegrarsi nel tessuto danneggiato – la possibilità di rigenerare proprio la mielina. Nello specifico, per evitare di ottenere le staminali da tessuti embrionali o fetali, la ricerca sta esplorando nuove tecniche per ottenerle dalle cellule cutanee. Un progetto che Giulio Volpe ha realizzato all’interno del Dipartimento di Clinical Neurosciences del Cambridge Biosciences Campus e che ha dato vita al suo lavoro di tesi, discussa nello scorso febbraio.

E per il futuro? “Non mi precludo nulla sia in termini accademici sia professionali”, ha detto. “Continuerò a cercare nuovi stimoli grazie alle competenze maturate e alla conoscenza di più lingue. Nel breve termine vorrei terminare la formazione medica specialistica nell’ambito delle neuroscienze, senza rinunciare all’attività di ricerca, per essere sempre all’avanguardia nello sviluppo scientifico e professionale.

>> Leggi l’intervista completa nella sezione Alumni