Parte un'indagine sulle abitudini alimentari condotta da una studentessa di Scienze dell'Alimentazione

5 aprile 2019 - Rendere i bambini protagonisti nella scelta dei cibi e aiutare i genitori a valutare correttamente le porzioni per un’alimentazione sana fin dall’infanzia. È l’innovazione di Nutripiatto, il piatto intelligente realizzato da Nestlé con il contributo scientifico dei docenti Ucbm del Corso di Laurea in Scienze dell’Alimentazione, in particolare Manon Khazrai, Laura Dugo e Laura De Gara, e presentato ufficialmente a Milano lo scorso ottobre.

Ora il Nutripiatto arriva anche alla Scuola dell’Infanzia Ubcm. Lunedì 8 aprile i bambini di 4 e 5 anni saranno coinvolti dalle educatrici in un’attività interattiva e realizzeranno un collage con le immagini delle pietanze. Subito dopo mangeranno nel Nutripiatto che porteranno a casa al termine della giornata insieme a una guida per i genitori su come utilizzarlo al meglio per soddisfare i fabbisogni nutrizionali dei bambini, tenendo anche conto delle differenti fasce di età.

Il progetto proseguirà con un’indagine condotta dalla studentessa Chiara Spiezia prima e dopo l’uso del Nutripiatto, per valutare l’impatto di questo strumento di educazione nutrizionale sulle abitudini alimentari dei bambini.

Entro il 2020 si conta di distribuire 500.000 kit Nutripiatto, raggiungendo così quasi il 15% delle famiglie in Italia con bambini nella fascia di età compresa tra 4 e 12 anni.