Il prof. Eugenio Guglielmelli

Al via l'Istituto di Robotica e Macchine Intelligenti con i nomi illustri della ricerca italiana

3 luglio 2019 - C'è anche Eugenio Guglielmelli, Ordinario di Robotica e Prorettore alla Ricerca dell'Università Campus Bio-Medico di Roma, tra i migliori ricercatori della penisola che hanno unito le forze nel mondo della robotica e delle macchine intelligenti. Fanno inoltre parte del consiglio direttivo del neonato Istituto di Robotica e Macchine Intelligenti Paolo Dario e Cecilia Laschi della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, Alessandro De Luca della Sapienza Università di Roma, Claudio Melchiorri dell'Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Giorgio Metta dell'Istituto Italiano di Tecnologia e University of Plymouth, Paolo Rocco del Politecnico di Milano e Bruno Siciliano dell'Università di Napoli Federico II che, sotto la guida del neopresidente Antonio Bicchi (Università di Pisa e Istituto Italiano di Tecnologia), stanno organizzando una 3 giorni di eventi per il grande pubblico, per la ricerca e l'impresa.

L'appuntamento, in coincidenza e in collaborazione con Maker Faire - The European edition, si terrà dal 18 al 20 ottobre 2019 alla Fiera di Roma con un ricchissimo calendario di incontri che spaziano dalla prima edizione della Conferenza Italiana di Robotica e Macchine intelligenti dedicata alla disseminazione della ricerca italiana all'evento Ricerca Ti Presento Innovazione per far incontrare industria, ricerca, mercato e capitali, passando per il tema importante della trasformazione delle imprese italiane con il format Prova d'Orchestra, momento di incontro per attori pubblici e privati che si occupano di trasferimento tecnologico. 

A proporre un'area espositiva dedicata alle tecnologie dell'interazione all'interno della Fiera sarà proprio il prof. Guglielmelli che, insieme a Melchiorri e Metta, curerà il contenitore Dai progetti ai Prodotti. In mostra i prodotti della ricerca e dell'industria italiana e le loro applicazioni nonché i progetti futuri e i programmi dei finanziatori.

Non mancheranno i temi della formazione e dei percorsi educativi con spazio all'incontro tra aziende e neolaureati come pure quelli di divulgazione per il grande pubblico. Al centro la discussione viva sulle problematiche suscitate dall'utilizzo crescente di robot e macchine intelligenti.