La consegna del premio a Daniela Lo Presti

Migliore articolo selezionato dalla IEEE Women in Engineering

12 luglio 2019 - È stata premiata dalla più grande associazione internazionale volta a supportare ingegneri e scienziati donna, la IEEE Women in Engineering (WE). Daniela Lo Presti, dottoranda in Bioingegneria dell'Unità di Misure e Strumentazione Biomedica, ha portato il suo lavoro sul 'tessuto intelligente' a Istanbul, all'interno della quattordicesima edizione dell'IEEE International Symposium on Medical Measurements and Applications, la tre giorni che si è svolta dal 26 al 28 giugno e che rappresenta l'evento di punta per i ricercatori del suo settore.

Migliore articolo della conferenza per il premio "Best Women in Engineering Paper Award", il paper “Cardiac monitoring with a smart textile based on polymer-encapsulated FBG: influence of sensor positioning” indaga le prestazioni di uno smart textile sensorizzato in fibra ottica. Un sistema intelligente in grado di registrare, in diverse posizioni, i micromovimenti ai quali la gabbia toracica è soggetta durate il pompaggio di sangue nell'aorta, ma anche di stimare la frequenza cardiaca di chi lo indossa, in modo confortevole e non invasivo.

Realizzato sotto la guida di Emiliano Schena, associato di Misure meccaniche e termiche UCBM, il lavoro della dottoranda è stato svolto in collaborazione con il centro ricerche ENEA di Frascati e l’istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.