Flickr

Youtube



Assegnati i 500mila euro di finanziamento. Dal primo aprile le ricerche andranno avanti per due anni

Studi preclinici e clinici su obesità e fragilità ossea, sviluppo di strumenti robotici chirurgici per la somministrazione di terapie per il disco intervertebrale, applicazione dell'approccio cell-on-chip per studi di tossicologia predittiva sono gli obiettivi dei tre progetti vincitori del bando interno "Progetti di Ricerca Strategici di Ateneo". Le ricerche, che rispecchiano i requisiti di interdisciplinarietà e interfacoltà, sono state valutate da una Commissione esterna all'Università e partiranno il prossimo primo aprile per una durata di 24 mesi. Complessivamente, solo 5 progetti su 14 presentati sono stati valutati sopra la soglia minima per il finanziamento (13 punti su un massimo di 16) e, come previsto dal bando, i migliori 3 progetti sono stati ammessi al finanziamento.

Il bando interno rientra negli interventi previsti dal piano strategico di Ateneo 2014-2016 in materia di programmi di sviluppo della ricerca. A copertura finanziaria, il Comitato Esecutivo ha stanziato 500mila euro messi a disposizione del Centro Integrato di Ricerca. I progetti saranno monitorati secondo le modalità previste dai progetti europei. Tutte le ricerche presentate, non solo quelle finanziate, saranno sostenute dal CIR per una loro riproposizione a livello europeo. L'obiettivo finale dell'iniziativa è duplice: da un lato, promuovere progetti strategici che possano aumentare la competitività dei gruppi di ricerca e favorire ricadute sul Policlinico Universitario in termini di innovazione clinica; dall'altro lato, aumentare il livello di partecipazione ai bandi europei dei gruppi di ricerca dell'Ateneo.

In particolare, i progetti risultati vincitori sono:

Evaluation of bone strength and WNT pathway in obese patients

Obiettivo del progetto è valutare, mediante studi preclinici e clinici, come l'obesità nei pazienti anziani possa influenzare la fragilità ossea e fornire nuove indicazioni per la prevenzione e il trattamento della patologia.

Key person: dott. Nicola Napoli U.R. Endocrinologia e Diabetologia (coordinatore), Prof. Rocco Papalia U.R. Ortopedia e Traumatologia, Prof. Carla Rabitti U.R. Anatomia Patologica, Dott. Claudio Pedone U.R. Geriatria, Prof. Mauro Maccarrone U.R. Biochimica e Biologia Molecolare, Dott. Carlo Cosimo Quattrocchi, U.R. Diagnostica per Immagini, Prof. Sergio Silvestri U.R. Strumentazione Biomedica.

Finanziamento: 160.000 Euro

Smart Surgical platform for the Transpedicular delivery of Advanced Regenerative Therapies into the intervertebral Disc space

Obiettivo del progetto è sviluppare strumenti robotici chirurgici dedicati per la somministrazione di terapie rigenerative per il disco intervertebrale.

Key Persons: Prof. Rocco Papalia U.R. Ortopedia e Traumatologia (coordinatore), Ing. Dino Accoto, U.R. Robotica Biomedica e Biomicrosistemi, Prof. Vincenzo Di Lazzaro U.R. Neurologia

Finanziamento: 160.000 Euro

A multi-cellular 'gut-on-chip' technology for predictive human safety testing: an integrated experimental and modeling approach

Obiettivo del progetto è sviluppare una piattaforma basata sull'approccio cell-on-chip per studi di tossicologia predittiva, superando i limiti dei modelli in vitro convenzionali e della sperimentazione su animale.

Key Persons: Ing. Alberto Rainer U.R. Ingegneria Tissutale e Chimica per l'Ingegneria (coordinatore), Dott. Michele Pierluca Guarino U.R. Gastroenterologia, Ing. Christian Cherubini U.R. Fisica non lineare e modelli matematici, Prof. Sergio Morini U.R. Anatomia Microscopica e Ultrastrutturale

Finanziamento: 180.000 Euro