Security for Transport Workers

Obiettivi del progetto

Il progetto ha l’obiettivo di realizzare un sistema in grado di analizzare cause, effetti e caratteristiche di eventi che riguardano aggressioni al personale operante nel settore dei trasporti al fine di supportare una corretta gestione del rischio, comprendere i legami tra gli eventi analizzati, individuare e valutare i diversi dispositivi di “sicurezza personali” al fine di favorire la definizione di una politica di contrasto di tali avvenimenti. Quello dei trasporti è un settore particolarmente esposto al fenomeno della violenza occupazionale in quanto le attività lavorative quotidiane comprendono task di interazione diretta con l’utenza e potenzialmente a rischio.

In Italia si registrano più di 4.000 casi all’anno di violenza sul luogo di lavoro, e tra questi una percentuale in crescita colpisce gli impiegati del comparto trasporti. Non esistono però statistiche complete ed esaustive che descrivono il fenomeno.

Il nostro progetto si prefigge di colmare questa lacuna creando una banca dati reale che consenta di comprendere il fenomeno nelle sue cause, dinamiche ed effetti, nonché di contribuire allo sviluppo di strategie di gestione e contrasto del fenomeno in grado di prevenire e limitare le conseguenze negative sui lavoratori.

Il progetto si prefigge di creare un monitoraggio dinamico del fenomeno creando una banca dati georeferenziata non solo in grado di fotografare in un dato momento temporale il fenomeno, ma anche di seguirne l’evoluzione in tempo reale grazie alla capacità di fondere informazioni provenienti dagli operatori con quelle raccolte in modo automatico da fonti aperte quali gli organi di stampa sul web.

Queste informazioni consentiranno di effettuare sia un’analisi delle dinamiche tipiche delle aggressioni (come si ingenerano, come si evolvono, ecc.) sia di identificare i fenomeni prodromici e di contestualizzazione che aumentano/diminuiscono il rischio di violenza al fine di supportare gli operatori nella corretta gestione di questa classe di rischio.

Sito ufficialehttp://www.coseritylab.it/projects/

Data di inizio e fine

2020 - 2022

Responsabile del progetto

Prof. Roberto Setola

Istituzione coordinatrice del progetto

Università Campus Bio-Medico di Roma

Altre Istituzioni coinvolte

Università Cattolica del Sacro Cuore (UNICATT)

Fonte/i di finanziamento

INAIL (Istituto Nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro)