Empowering Novel Augmentation Body Limb Embodiment

Obiettivi del progetto

Da sempre l’uomo cerca di migliorare le proprie abilità con strumenti, lenti, veicoli e pinze. Oggi, grazie all’innovazione di scienza e tecnica è necessario riconsiderare l’interazione uomo-strumento nell’ottica dell’ “augmentation”: utilizzare dispositivi artificiali per ottenere abilità superiori a quelle di un soggetto sano.

Il cervello umano può espandere il controllo motorio ad arti robotici aggiuntivi (Arti Robotici Sovranumerari), ricevere informazioni da sensori ausiliari esterni e plasticamente inserirli nella sua rappresentazione corporea (embodiment). Oltre che nei lavori pericolosi, gli Arti Robotici Sovranumerari potrebbero essere d’aiuto in molti compiti complessi (es. chirurgia).

ENABLE rappresenta un cambio di paradigma: sviluppare arti robotici embodizzabili e non solo abili. Questa rivoluzione mai realizzata fino ad ora, è possibile solo unendo neuroscienze cognitive, neurofisiologia e robotica. ENABLE ci svela come il cervello controlli arti e strumenti, come la plasticità dell’augmentation espanda la percezione del sé e nuove strategie terapeutiche per migliorare il dolore da arto fantasma nonché altre condizioni con percezione patologica del corpo. L’embodiment di un Arto Robotico Sovranumerario potrebbe indurre anche un senso di protezione per l’arto artificiale. Infine, i risultati di ENABLE sull’augmentation possono essere facilmente traslabili a sistemi per la sostituzione funzionale in pazienti disabili.

Data di inizio e fine

2016 - 2021

Responsabile del progetto

Giovanni Di Pino - P.I.

Istituzione coordinatrice del progetto

UCBM

Fonte/i di finanziamento

Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca - Procedura per l'attuazione dell'intervento FARE Ricerca in Italia: Framework per l'attrazione ed il rafforzamento delle eccellenze per la Ricerca in Italia

Valore economico

Euro: 193.798