In Evidenza

  Obiettivi del progetto Negli ultimi anni si è assistito a un cambio di paradigma nello scenario terapeutico dei tumori solidi in fase avanzata grazie al ruolo emergente delle immunoterapie basate sull’inibizione del “checkpoint” immunologico PD-1 (programmed death 1). Questo recettore espresso sulle cellule T attivate è stimolato dai ligandi PD-L1 e PD-L2 con conseguen...

Focus on

  Obiettivi del progetto Recentemente sono stati approvati numerosi farmaci a bersaglio molecolare per il trattamento del carcinoma renale a cellule chiare metastatico. Tutti questi farmaci hanno una forte attività inibitoria per diversi recettori tirosin-chinasici, tra cui MET e i recettori del fattore di crescita dell'endotelio vascolare (VEGFR), vie di segnalazione cellulari...
  Obiettivi del progetto Gli inibitori delle chinasi ciclina-dipendenti (CDK4/6) di ultima generazione come il ribociclib, il palbociclib e l'abemaciclib hanno mostrato una notevole efficacia clinica e bassi profili di tossicità in associazione alla terapia ormonale nel trattamento del tumore mammario ER+/HER- metastatico. Le chinasi CDK4/6 sono attivate in seguito al legame co...
  Obiettivi del progetto La neoplasia prostatica è uno dei tumori più diffusi nella popolazione maschile e rappresenta circa il 20% di tutti i tumori diagnosticati nell'uomo. I pazienti affetti da tale neoplasia in fase avanzata hanno un’alta probabilità di sviluppare metastasi ossee con gravi conseguenze sulla loro qualità di vita. Lo standard terapeutico in questa fase d...