RAnolazine for Ischemia-reperfusion injury prevention in Diabetic patients undergoing Percutaneous Coronary Intervention (RAID Study)

Obiettivi del progetto

Studio prospettico, randomizzato, che ha lo scopo di verificare l’efficacia di un pre-trattamento con ranolazina (375 mg bid per una settimana, 500 mg bid per una settimana e 750 mg bid per due settimane) sul danno miocardico periprocedurale e da ischemia-riperfusione in pazienti sottoposti ad angioplastica con stent per malattia coronarica ischemizzante. La ranolazina, uno dei nuovi farmaci anti-ischemici, ha dimostrato una serie di effetti farmacologici che non solo migliorano i sintomi del paziente e riducono l’ischemia cardiaca, ma potrebbero migliorarne la funzione endoteliale, ridurne l’attivazione infiammatoria e piastrinica, dunque attenuando quei meccanismi alla base anche del danno miocardico indotto dalla procedura di angioplastica, prognosticamente rilevante nel follow-up a lungo termine di questi pazienti.

Data di inizio e fine

In attesa di approvazione del Comitato Etico

Responsabile del progetto

  • Dott.ssa Annunziata Nusca, Coordinatore
  • Prof. Germano di Sciascio

Istituzione coordinatrice del progetto

Università Campus Bio-Medico di Roma