Una finestra sul mondo

Il Corso di aiuti umanitari è un’attività didattica opzionale, costituita da incontri (in media 6 all’anno) con protagonisti della cooperazione internazionale allo sviluppo, italiani e stranieri. Una finestra aperta sul mondo reale e concreto, per conoscere dal suo interno i problemi di diverse popolazioni e aree geografiche, dalla viva voce di chi è quotidianamente sul campo.

Sono già intervenuti ai nostri incontri:

  • Marguerite Barankitse: fondatrice di una iniziativa sociale e sanitaria che si prende cura delle vittime dei massacri etnici in Burundi e Ruanda, Premio Nobel dei Bambini e Premio Nansen dell’Alto Commissariato per i Rifugiati
  • Leon Tshilolo: ricercatore e direttore sanitario dell’ospedale Monkole a Kinshasa, Congo
  • Giulio Albanese: missionario comboniano in Africa,  giornalista e scrittore.