In mezzo agli uomini, vicini e lontani

Il messaggio che ci piace trasmettere attraverso le nostre attività è quello contenuto nel logo e lemma della nostra istituzione: “la scienza per l’uomo”. Siamo convinti che, in realtà, “l’uomo”, in senso teorico, non esista. Esistono piuttosto “gli uomini”. Unici, concreti, inseriti nel reale della loro esistenza, nell’orizzonte che è loro dato di contemplare. La nostra Università, e quella scienza che produce e che fa il suo peso specifico, è nata per essere “per” e “con” ciascuno di loro.

Un ambizione alta, verticale, e insieme un impegno concreto, orizzontale. Essere in mezzo alla gente, vicina e lontana, permette di non perdere aderenza con la vita di ogni giorno, di non smarrire l’identità da trasmettere con i fatti a chi verrà dopo di noi. È una risposta concreta a quella affermazione della Carta delle Finalità della nostra Università, che dichiara di voler «promuovere il senso della solidarietà e della fraternità, che si manifesti in opere, sapendo mettere il proprio il proprio prestigio professionale a servizio del bene comune» (art. 4). Questo obiettivo ha assunto per noi, nei vent’anni di vita del nostro Ateneo, i connotati precisi di uno stile formativo universitario che desidera educare alla solidarietà attraverso lo stesso lavoro universitario, sia di ricerca che di docenza.