Flickr

Youtube



Partirà a settembre da un'iniziativa del Corso di Laurea in Scienze dell’Alimentazione e Nutrizione Umana

10 giugno 2019 - Un corso di alta formazione per fornire a professionisti e studenti un'ampia panoramica sulle modalità produttive, sugli ingredienti, i requisiti di etichettatura e i requisiti documentali, richiesti alle aziende produttrici per avviare le attività di esportazione verso gli Stati Uniti, il Canada, il Giappone e la Cina.

Il corso si rivolge in particolare a:

  • personale di aziende che intendono commercializzare i propri prodotti in paesi extra-europei;
  • professionisti interessati alle tematiche dell'esportazione di prodotti alimentari all'estero;
  • neolaureati che vogliano acquisire un titolo esclusivo;
  • consulenti in materia di sicurezza alimentare e auditor che lavorano per piattaforme di grande distribuzione di produzione alimentare;
  • auditor liberi professionisti che lavorano per Enti di certificazione.

Al termine del percorso, oltre all'attestato universitario, sarà rilasciato da parte di FSPCA (Food Safety Preventive Controls Alliance) l’attestato di qualifica PCQI (Preventive Controls Qualified Individual) con corso erogato da Lead Instructor for Preventive Controls for Human Food (FSPCA) di DNVGL (società di registrazione e classificazione accreditata internazionale).

“Chi uscirà da questo corso – afferma la dott.ssa Danila Polizzi consulente e membro del comitato scientifico - sarà un Export Food Manager che avrà acquisito conoscenze specifiche nel settore produttivo e sarà in grado di evidenziare le differenze normative e produttive tra Europa e Paesi terzi. Il discente sarà in grado di gestire in autonomia le variazioni procedurali aziendali per l'esportazione dei prodotti nei Paesi trattati e per la registrazione dei processi produttivi secondo le normative estere”.

Secondo la prof.ssa Laura De Gara, direttore scientifico del Corso: “Il made in Italy nel settore food è percepito nel mondo come sinonimo di qualità ed è logico che l’interesse delle aziende italiane per l’esportazione in Paesi non europei stia crescendo sempre di più. Nello stesso tempo, le aziende, soprattutto le PMI, non posseggono competenze e conoscenze adeguate ad affrontare le procedure necessarie ad esportare i loro prodotti. Spesso, nonostante le ottime potenzialità, la complessità delle procedure a cui devono attenersi, tra l'altro diverse a seconda del Paese dove vogliono esportare, diventano dei muri insormontabili. Sul mercato esistono vari corsi che rilasciano la qualifica PCQI, ma si tratta di corsi brevi, molto standardizzati ed esclusivamente orientati all’esportazione negli Stati Uniti. Nel nostro Corso ci sarà modo di interagire con esperti diversi con i quali si prenderanno in esame situazioni e problemi concreti per le diverse filiere agro-alimentari, con una didattica fortemente partecipativa”.

>> Per maggiori informazioni e per iscriverti al corso clicca qui