Master di II livello in "Homeland Security" - Edizione 11

Sistemi, metodi e strumenti per la security e il crisis magement

SCADENZA ISCRIZIONI DATA INIZIO DURATA  MODALITÀ FREQUENZA CFU BROCHURE

18 febbraio 2021

marzo 2021

12 mesi

Part time

70% lezioni
90% tirocinio

60

Scarica il pdf

 iscriviti al master homeland

Destinatari e requisiti di accesso

Il Master prevede, tra i suoi frequentatori, la figura dei discenti, riservata a coloro in possesso del titolo di studio di Laurea di vecchio ordinamento, o Specialistica o Magistrale, e quella di uditori, riservata a coloro che sono privi di detto titolo purché abbiano una comprovata esperienza professionale di almeno 3 anni.

Il titolo di studio deve essere posseduto dal candidato ammesso a frequentare il Master entro e non oltre il 11 giugno 2021. I discenti ammessi al Master che, alla data delle selezioni, di cui al successivo paragrafo, non fossero in possesso di detto titolo di studio, saranno ammissibili al Master stesso come “discenti sub-condizione alla frequenza” con eventuale attribuzione alla categoria di uditori qualora non abbiano conseguito detto titolo di studio entro la scadenza specificata del 11 giugno 2021.

Per i discenti, l’iscrizione al Master è incompatibile con l’iscrizione ad altri corsi di studio universitari, ovvero: Laurea, Laurea Specialistica/Magistrale, Corso di Specializzazione, Dottorato di Ricerca, tirocinio formativo attivo (TFA) e altro Master universitario.

track_changesObiettivi formativi

Il Master è finalizzato a fornire una preparazione a livello sistemistico e con un visione olistica in materia di “sicurezza aziendale” con riferimento ai molteplici aspetti che orbitano intorno a questo tema.
In particolare, il Master ha l'obiettivo di fornire gli strumenti metodologici e le conoscenze necessarie a chi, in ambito sia pubblico che privato, deve essere in grado di comprendere i problemi di sicurezza e definire, attuare e gestire in modo consapevole sistemi, procedure ed azioni da adottare per prevenire, contrastare e limitare le diverse minacce nonché gestire eventuali situazioni anomale, di allarme o di crisi con l’obiettivo di minimizzare gli effetti negativi sugli utenti, sulla popolazione e sull’azienda e favorendo un celere ripristino delle condizioni operative.
Il Master prende in considerazione le problematiche di sicurezza delle infrastrutture critiche ponendosi l’obiettivo di far sviluppare nello studente le competenze necessarie per l’ideazione, sviluppo, implementazione e gestione di strategie, processi e sistemi atti a migliorare la robustezza, protezione e resilienza di questi sistemi con approcci e paradigmi tali da gestire la complessità dello scenario e la presenza di interdipendenze ed interazioni.

Al termine del Master i partecipanti saranno in grado di:7

  • comprendere, caratterizzare e quantificare le minacce antropiche (sia di natura accidentale che dolosa), naturali e quelle tecnologiche;
  • definire e mettere in pratica un sistema di governo della sicurezza basato su di un processo di analisi e gestione dei rischi che integri soluzioni organizzative, procedurali e tecnologiche;
  • concepire e progettare un sistema di sicurezza integrato capace di identificare, prevenire e contrastare le varie minacce in modo efficace, conforme alle normative e in linea con i risultati dell'analisi dei rischi;
  • definire e gestire efficaci ed efficienti sistemi di crisis management, inclusi gli aspetti connessi con la comunicazione verso i media e i cittadini, con l’obiettivo di migliorare la resilienza e la capacità di service-continuity;
  • analizzare le problematiche di sicurezza con una visione all-hazard in grado di contemplare e conciliare sia gli aspetti di safety con quelli di security considerando le minacce sia di natura fisica che cyber;
  • comprendere la normativa nazionale ed internazionale di settore;
  • interfacciarsi con i fornitori di tecnologie e sistemi per la sicurezza e/o i diversi end-user al fine di comprende le caratteristiche e le potenzialità dell'offerta/richiesta di sicurezza;
  • comprendere e formulare requisiti di sicurezza pertinenti agli scenari di interesse;
  • avere una visione d’insieme delle principali tecnologie esistenti nell’ambito della security e del crisis management.

workProfilo d'uscita

Il Master punta a formare professionisti in grado di:

  • effettuare analisi tecniche e socio-economiche per evidenziare i fenomeni di minaccia, vulnerabilità e di rischio per il sistema;
  • individuare soluzioni tecnico-organizzative atte a prevenire e contrastare detti fenomeni;
  • progettare, realizzare, implementare e gestire sistemi di sicurezza integrata.

Il piano didattico del Master soddisfa i requisiti delle normative:

  • Norma UNI 10459:2015 che definisce i requisiti relativi alla figura professionale del “Security Manager”;
  • Norma U63000160 sul Disaster Manager.

descriptionStruttura didattica e aree tematiche

Il Master di II livello in Homeland Security di cui al paragrafo 1, conferisce 60 crediti formativi universitari (CFU) come previsto dall’Art. 7, comma 4 del D.M. 270/2004 e ha durata complessiva di un anno accademico. I 60 CFU, pari a 1.500 ore di attività formative, sono così suddivisi:

  • 44 CFU di didattica d’aula che prevede lezioni frontali e studio individuale;
  • 16 CFU tirocinio ed elaborazione Project Work finale.

I 44 CFU corrispondono a 1.100 ore d’attività, di cui:

  • 400 dedicate a lezioni frontali, esercitazioni di gruppo e individuali, visite presso realtà industriali e di settore (per un minimo di cinque visite di una giornata intera), partecipazione a workshop organizzati sia dall’Università che da Enti partner del Master;
  • 120 ore dedicate alla stesura di progetti applicativi assegnati durante lo svolgimento dei moduli didattici;
  • 580 ore dedicate allo studio personale.

buildTirocinio

La finalità del tirocinio curriculare è il completamento delle conoscenze teoriche acquisite durante il Master con una concreta esperienza operativa da svolgersi presso una delle aziende che supportano il Master, o presso altre strutture che operano nel settore della “Homeland Security”.
Al tirocinio curriculare sono attribuite 320 ore d’attività corrispondenti a 2 mesi.

Per coloro non assunti in Enti o Aziende e, altresì, per coloro che svolgeranno detta attività presso un Ente o una Azienda diversa da quella lavorativa, è previsto un rimborso forfettario pari a € 260,00 mensili fino a un massimo di € 520,00 per partecipante.

Per coloro che sono già assunti presso un Ente o una Azienda il tirocinio curriculare potrà essere sviluppato all’interno della stessa con l’elaborazione di un progetto formativo da realizzarsi in un settore attinente alla “Homeland Security”. Per essi non è previsto alcun rimborso forfettario.

La fase di tirocinio curriculare si conclude con la dissertazione, davanti a una Commissione di valutazione appositamente istituita, del Project Work finale elaborato durante il tirocinio curriculare. La dissertazione si terrà nella giornata conclusiva del Master.

lightbulb_outlineBorse di studio

  1. L’Università Campus Bio-Medico di Roma mette a disposizione:

    - fino a un massimo di 2 borse di studio a copertura totale della quota di iscrizione per un importo di € 7.600,00 (quota del Master a carico del partecipante € 0,00), riservate ai laureati specialistici o magistrali da meno di due anni che siano inoccupati o disoccupati;
    fino a un massimo di 6 borse di studio a copertura parziale della quota di iscrizione per un importo di € 3.800,00 (quota del Master a carico del partecipante € 3.800,00, tremilaottocento/00 – ovvero € 4.400,00, in caso di frazionamento in due rate), riservate a persone fisiche con l’esclusione di coloro che svolgono attività professionale abituale (titolari di P.IVA).

  2. L’Università Campus Bio-Medico di Roma partecipa a bandi Inps e di altri enti per l’assegnazione di borse di studio a favore di partecipanti afferenti a specifiche categorie.

  3. È prevista, inoltre, l’iscrizione gratuita per il partecipante che, in fase di selezione, sarà identificato come manager didattico.

Titolo rilasciato

Ai discenti che completeranno il Master e saranno in regola con gli adempimenti amministrativi, verrà rilasciato il titolo di “Master Universitario di II livello in Homeland Security – sistemi, metodi e strumenti per la security e il crisis management”.
Coloro che frequenteranno il Master in qualità di uditori non conseguiranno il titolo e a essi sarà rilasciato un certificato di frequenza con profitto.

European Qualification Framework (EQF)
In riferimento alla tabella dei descrittori dei livelli del Quadro Europeo delle qualifiche (EQF), definita nell’Accordo Conferenza Stato – Regioni e Provincie autonome di Trento e Bolzano del 20 dicembre 2012, il Master Universitario di II livello in “Homeland Security”, è aderente ai requisiti richiesti per l’assegnazione del Livello 8 EQF.

Enti partner

Partecipano e hanno partecipato al Master, in qualità di partner, Enti ed Aziende di rilievo nazionale nell’ambito della Homeland Security. Di seguito l’elenco delle aziende che hanno sottoscritto un accordo di convenzione nelle ultime due edizioni:

  • Ferrovie dello Stato Italiane
  • Terna
  • Snam
  • Poste Italiane
  • Milestone
  • Rohde & Schwarz
  • Axitea