Master congiunto di II livello in "Diritto alimentare"

Sistemi, metodi e strumenti per la security e il crisis management

SCADENZA ISCRIZIONI DATA INIZIO DURATA  MODALITÀ FREQUENZA CFU PAGINA WEB ISCRIZIONE

12/01/2017

27/01/2017

12 mesi

Part time

Minimo richiesto:
70% lezioni

60

Accedi

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Master è istituit opresso il Dipartimento di Studi linguistico-letterari, storico-filosofici e giuridici (Distu), con il Dipartimento per l’Innovazione dei sistemi biologici, agroalimentari e forestali (Dibaf) dell’Università della Tuscia-Viterbo, congiuntamente con l’Università Campus Bio-Medico di Roma, in collaborazione con l’Associazione Italiana di Diritto Alimentare (Aida) ed in cooperazione con il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Mipaaf).

Destinatari e requisiti di accesso
Il Master si rivolge a cittadini, comunitari ed extracomunitari con regolare permesso di soggiorno in Italia, in possesso di una laurea vecchio ordinamento o una laurea specialistica/magistrale equiparata, con preferenza per le seguenti classi di laurea: Classe LMG/01 Giurisprudenza a ciclo unico; Classe LM-63 Scienze delle Pubbliche Amministrazioni; Classe LM-61 Scienze della Nutrizione umana; Classe LM-69 Scienze e Tecnologie Agrarie; Classe LM-70 Scienze e Tecnologie Alimentari; Classe LM-6 Biologia; Classe LM-7 Biotecnologie; Classe LM-73 Scienze e Tecnologie Forestali ed Ambientali; Classe LM-75 Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e il Territorio; Classe LM-56 Scienze dell'Economia; Classe LM-59 Scienze della Comunicazione Pubblica, d’Impresa e Pubblicità; Classe LM-77 Scienze Economico-Aziendali. 

Obiettivi formativi
Il Master ha come obiettivo principale quello di fornire ai partecipanti conoscenze giuridiche specialistiche, sia sistematiche che operative, nell’area del Diritto alimentare, attraverso l’utilizzazione di un approccio multidisciplinare.

Il Corso propone uno studio critico della più recente legislazione alimentare, in prospettiva comparativa e con particolare attenzione agli orientamenti della giurisprudenza e dell’amministrazione. Il Corso comprende, per il 20% circa dell’impegno didattico, anche moduli dedicati all’acquisizione dello strumentario di conoscenze scientifiche di base indispensabili per la corretta applicazione delle disposizioni in materia da parte degli operatori giuridici pubblici e privati, nonché all’acquisizione di conoscenze relative alla commercializzazione e marketing dei prodotti. Il percorso formativo tiene altresì conto delle nuove linee disciplinari emergenti, con l’analisi e l’approfondimento delle proposte di riforma attualmente in discussione in sede nazionale, europea ed internazionale. 

Struttura didattica
Il Master prevede un totale di 60 crediti, con un impegno di 1500 ore.
I crediti formativi sono così suddivisi:

  • 14 CFU lezioni frontali
  • 8 CFU esercitazioni e work groups
  • 12 CFU stages/tirocini
  • 6 CFU tesi
  • 20 CFU studio individuale

Le lezioni si articolano in 12 moduli, così articolati:

  • Modulo 1 - Principi e regole del diritto alimentare (IUS/03)
  • Modulo 2 - Le istituzioni e le fonti europee (IUS/14 – IUS/03)
  • Modulo 3 - La dimensione globale del diritto alimentare (IUS/03 – IUS/10)
  • Modulo 4 - La disciplina del Mercato e la OCM unica (IUS/03 – IUS/05)
  • Modulo 5 - Prodotti alimentari e profili nutrizionali (BIO/04 – AGR/15)
  • Modulo 6 - L’etichettatura dei prodotti alimentari e il Made in Italy (IUS/03)
  • Modulo 7 - DOP, IGP, STG ed altri segni di qualità (IUS/03 – AGR/01)
  • Modulo 8 - Qualità, controlli, certificazioni (IUS/03 – IUS/01 – IUS/10)
  • Modulo 9 - Novel foods ed OGM (AGR/15 – BIO/04 - IUS/03)
  • Modulo 10 - La disciplina penale del settore agro-alimentare (IUS/17–IUS/03)
  • Modulo 11 - Prodotti e tecnologie alimentari (AGR/15-BIO/04-CHIM/11-IUS/03)
  • Modulo 12 - La tutela del consumatore di alimenti (IUS/01-IUS/03-IUS/10-IUS/15)
  • Modulo 13 - Ambiente, fonti rinnovabili e settore alimentare (IUS/10 – IUS/03)
  • Modulo 14 - Diritto alimentare comparato (IUS/03 – IUS/02 – IUS/21) 

Modalità di frequenza
Le lezioni avranno avvio il 27 gennaio 2017 e termine il 20 gennaio 2018. Si svolgeranno di norma il venerdì pomeriggio ed il sabato mattina, tranne gli stage, i workshop e la prima settimana di luglio 2017.

Sede delle attività didattiche
Il Master avrà sede presso l’Università della Tuscia, ma parte delle lezioni si terrà a Roma, presso l’Università Campus Bio-Medico, e per una settimana nel luglio 2017 nella sede di Pieve Tesino (TN) dell’Università della Tuscia.

Modalità di ammissione
La domanda di ammissione alla selezione deve essere redatta su apposito modulo scaricabile dal sito dell’Università della Tuscia. Alla domanda occorre allegare la documentazione necessaria per la valutazione dei titoli, sia ai fini dell'ammissione che dell’eventuale riduzione del contributo di iscrizione secondo quanto previsto dall’art. 8 del Regolamento Didattico. Il termine per la presentazione delle domande di ammissione è fissato al 12 gennaio 2017. La domanda, sottoscritta e corredata della documentazione precisata nel modulo di domanda, deve essere presentata in formato on line all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando nell’oggetto "Domanda ammissione Master Diritto Alimentare".

Le selezioni verranno effettuate a partire dal 13 gennaio 2017 e si concluderanno entro il 23 gennaio 2017.

Presentazione dei titoli
Unitamente alla domanda, il candidato deve presentare la seguente documentazione:

  • certificato di laurea in carta semplice attestante i voti riportati negli esami di profitto e nell’esame di laurea, nonché la data di laurea
  • CV, con indicazione del titolo della tesi di laurea ed una sintetica descrizione del contenuto della stessa (max. 2 pagine), nonché delle attività svolte successivamente alla laurea ed attualmente
  • indicazione degli eventuali corsi post-laurea frequentati
  • elenco delle eventuali pubblicazioni
  • ogni altra eventuale documentazione idonea a dimostrare la qualificazione per l’ammissione al Master
  • eventuale richiesta di determinazione in misura ridotta del contributo di iscrizione ai sensi dell’art. 8 del Regolamento Didattico
  • fotocopia di un documento di identità in corso di validità, sottoscritta dal candidato per conformità all’originale.

La mancata presentazione dei documenti sopraelencati impedisce l'attribuzione del punteggio per i relativi titoli e crediti. La Commissione di selezione ha facoltà di richiedere eventuali documenti integrativi. L’elenco dei candidati ammessi verrà pubblicato a partire dal giorno 11 gennaio 2017 a questo indirizzo web.

Importante: Nel caso in cui, dalla documentazione presentata dal candidato, risultino dichiarazioni false o mendaci rilevanti ai fini dell’ammissione alla selezione, dell’immatricolazione e della determinazione del contributo dovuto, ferme restando le sanzioni penali di cui all’art. 76 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000, il candidato sarà escluso d’ufficio.

Iscrizione e pagamento
Ai sensi dell’art. 8 del Regolamento didattico, il contributo di iscrizione è determinato in € 3.000,00, ridotto ad € 2.000,00 per i laureati da non oltre tre anni con votazione di almeno 100/110 che non svolgano attività lavorativa stabile al momento della presentazione della domanda di iscrizione, e dovrà essere versato in due rate:

  • la prima, pari al 60% del contributo dovuto, entro e non oltre il 26 gennaio 2017
  • la seconda, pari al 40% del contributo dovuto, entro e non oltre il 22 giugno 2017. 

Faculty
Direttore Scientifico- Prof. Roberto Setola, Professore Associato, Facoltà Dipartimentale di Ingegneria
Coordinatore Scientifico - Prof.ssa Marcella Trombetta, Professore Ordinario, Facoltà Dipartimentale di Ingegneria

Comitato ordinatore
Direttore: prof. Ferdinando Albisinni (Distu-Unitus)
Co-Direttore: prof.ssa Laura De Gara (UCBM)
Componenti:
Prof. Stefano Battini (Distu-Unitus)
Prof. Francesco Bruno (UCBM)
Prof. Nicola Corbo (Distu-Unitus)
Prof. ssa Diana De Santis (Dibaf-Unitus)
Prof. Riccardo Massantini (Dibaf-Unitus)
Prof. Maurizio Ruzzi (Dibaf-Unitus)
Prof. Carlo Sotis (Distu-Unitus) 

Comitato scientifico
Prof. Ferdinando Albisinni, Professore Ordinario, Università della Tuscia
Prof. Luigi Costato, Professore Emerito, Università di Ferrara
Prof.ssa Laura De Gara, Professore Ordinario, UCBM
Prof. Martin Holle, Università di Amburgo
Prof. Antonio Jannarelli, Professore Ordinario, Università di Bari
Prof. Emanuele Marconi, Professore Ordinario, UCBM
Prof. Mauro Moresi, Professore Ordinario, Università della Tuscia
Prof. Michael Roberts, UCLA - Law School.

Coordinamento organizzativo
Le informazioni di carattere amministrativo e didattico possono essere richieste alla Segreteria del Master presso il DISTU. In particolare alla dott.ssa Barbara Angelino, tel. 0761-357888, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..