Master congiunto di I livello in "Cure palliative e terapia del dolore per le professioni sanitarie" - Edizione 3

Formare i medici alla cura del paziente in fase avanzata: dal controllo dei sintomi alla gestione della equipe assistenziale.

SCADENZA ISCRIZIONI DATA INIZIO DURATA  FREQUENZA CFU BROCHURE ISCRIZIONE

06/11/2019

26/11/2019

24 mesi

80% lezioni
100% tirocinio
tirocinio

120

Scarica il pdf

Iscriviti

Il Master universitario di II livello in “Cure Palliative per medici specialisti“ nasce per fornire conoscenze teoriche e competenze nel campo della cura del paziente in fase avanzata. I discenti del Master devono raggiungere competenze in campo fisiopatologico e farmacologico, nella diagnostica e nella clinica delle complicanze e dei sintomi, negli aspetti etici e psicologici, acquisendo, al termine del corso, autonoma capacità clinica nello specifico settore.
Il Master di Alta Formazione e Qualificazione è istituito ai sensi del comma 1, articolo 8 della legge 15 marzo 2010, n. 38 (Disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore).

Destinatari e requisiti di accesso
Possono iscriversi al Master Universitario di II livello di alta formazione e qualificazione in Cure Palliative i laureati in Medicina e Chirurgia:

  • che abbiano già conseguito una specializzazione in Anestesiologia e Rianimazione, Oncologia/Oncologia Medica, Neurologia, Radioterapia, Geriatria;
  • che abbiano maturato una documentata esperienza almeno triennale nel campo delle cure palliative e della terapia del dolore presso strutture assistenziali residenziali (es. hospice) e/o domiciliari con documentata attività palliativa e inserite nella rete assistenziale delle cure palliative;
  • che, in possesso del titolo di Formazione Specifica in Medicina Generale, abbiano svolto attività di medicina generale da almeno tre anni.

La Direzione del Master può decidere, sulla base del Curriculum Vitae del singolo candidato, una riduzione dei CFU necessari per il conseguimento del titolo, fino ad un massimo di 60 CFU relativi alle attività professionalizzanti, ai seguenti candidati:

  • medici con documentata esperienza almeno quinquennale e/o con responsabilità apicale nel campo delle cure palliative e della terapia del dolore presso strutture assistenziali residenziali (es. hospice) e/o domiciliari, inserite nella rete assistenziale delle cure palliative e/o presso strutture ESMO (European Society of Clinical Oncology) Designated Center of Integrated Oncology and Palliative Care;
  • specialisti nelle discipline di cui all'art. 5, comma 2, legge 15 marzo 2010, n. 38, che abbiano svolto nel corso delle scuole di specializzazione attivate presso le Facoltà accreditate per il master in oggetto, un documentato percorso elettivo in cure palliative (CFU 45) e tesi specifica (15 CFU di prova finale);
  • medici che abbiano già conseguito un titolo di master universitario in medicina/cure palliativecon documentata attività professionalizzante.

Obiettivi formativi
Obiettivi formativi di base: l’apprendimento delle metodiche di valutazione di qualità della vita; la conoscenza dei bisogni di salute degli individui e delle loro famiglie, e della appropriatezza e dell’efficacia degli interventi assistenziali; la conoscenza delle principali tecniche della comunicazione interpersonale; la conoscenza e la acquisizione dei principi dell’etica medica e della bioetica clinica; la conoscenza della fisiopatologia del dolore; le conoscenze teoriche e la pratica clinica necessarie per la diagnosi ed il trattamento delle complicanze e dei sintomi in fase avanzata.

Obiettivi formativi caratterizzanti: il discente deve acquisire capacità metodologiche attinenti alla logica clinica, alle strategie decisionali, al management del paziente, che garantiscano un approccio globale alla soluzione dei problemi clinici e assistenziali dei pazienti.

Deve inoltre avere acquisito specifiche competenze nei settori della:

  • valutazione e trattamento dei sintomi della fase avanzata di malattia in ogni patologia evolutiva; 
  • pianificazione e gestione dell’assistenza al malato terminale ed alla sua famiglia; 
  • interazione con i servizi socio sanitari pubblici e del privato esistenti nel territorio;
  • lavoro in équipe interdisciplinare e interprofessionale;
  • comunicazione con malati e con il nucleo familiare.

Obiettivi formativi affini o integrativi
Lo studente deve inoltre maturare competenze nella:
• acquisizione di conoscenze, capacità ed esperienze di accompagnamento al fine vita e di supporto al lutto;
• acquisizione di conoscenze del nursing in cure palliative residenziali e domiciliari;
• acquisizione dei principi di bioetica applicabili alle situazioni di criticità;
• conoscenza dei principi di antropologia applicabili alle situazioni di terminalità;
• conoscenza del management sanitario, dell’organizzazione del lavoro e dell’economia sanitaria;
• valutazione e gestione della sofferenza psicologica e della dimensione spirituale nel fine vita;
• conoscenza delle possibilità di supporto fisioterapico e delle CAM (Complementary and Alternative Therapies);
• capacità ed esperienza di integrazione con il volontariato.

Attività professionalizzanti obbligatorie:
• la interpretazione fisiopatologica delle manifestazioni cliniche in almeno 50 pazienti;
• la scelta della terapia antalgica in almeno 50 casi, interagendo con la rete della terapia del dolore;
• la scelta terapeutica per il controllo dei principali sintomi della fase terminale in almeno 50 casi;
• lo svolgimento di colloqui informativi con i pazienti e/o loro congiunti in almeno 50 casi;
• la scelta dell’approccio terapeutico in situazioni di criticità o di acuzie (emorragie, disturbi metabolici, compressioni midollari, etc.) in almeno 50 pazienti in varie fasi di malattia.

Profilo d'uscita
Medici con specifiche competenze ed esperienza nell’ambito delle cure palliative (Legge 38/2010 articolo 5, comma 2 e 3) che possano svolgere attività professionale nelle strutture sanitarie pubbliche e private e nelle organizzazioni senza scopo di lucro operanti nella rete per le cure palliative (legge 38/2010, art. 8, comma 3).

Struttura didattica
Il Master Universitario ha la durata di 24 mesi (per un totale di 120 CFU pari a 3000 ore complessive di didattica). Il percorso formativo è suddiviso in 10 aree tematiche:
1. Storia, filosofia e antropologia delle Cure Palliative
2. Le Cure Palliative nelle patologie oncologiche: valutazione, gestione e trattamento dei sintomi
3. Le Cure Palliative nelle patologie non- oncologiche: valutazione, gestione e trattamento dei sintomi
4. Valutazione, gestione e trattamento del dolore
5. Deontologia, etica e bioetica in Cure Palliative
6. Comunicazione con il paziente e con la famiglia
7. Il self care degli operatori
8. Gestione dell’equipe assistenziale e rapporti interprofessionali
9. Organizzazione dei servizi e management
10. Le cure palliative di supporto: simultaneous care

Tirocinio
Per l’espletamento del corso ed il raggiungimento degli obiettivi, gli studenti svolgono la loro attività professionalizzante in ambulatori, nei reparti di degenza ordinaria e nelle attività di assistenza domiciliare per un monte ore complessivo di 1500 ore pari a 60 CFU. Ogni atto professionalizzante è seguito e certificato in apposito libretto/registro da un docente della struttura assistenziale nella quale viene svolta l’attività.
Il registro e l’elenco delle attività professionalizzanti in esso contenute è parte integrante della certificazione del titolo di Master Universitario.

L’attività di tirocinio verrà articolata nelle seguenti attività:

  • l’interpretazione fisiopatologica delle manifestazioni cliniche in almeno 50 pazienti; la scelta della terapia antalgica in almeno 50 casi, interagendo con la rete della terapia del dolore;
  • la scelta terapeutica per il controllo dei principali sintomi della fase terminale in almeno 50 casi;
  • lo svolgimento di colloqui informativi con i pazienti e/o loro congiunti in almeno 50 casi,
  • la scelta dell’approccio terapeutico in situazioni di criticità o di acuzie (emorragie, disturbi metabolici, compressioni, ecc.) in almeno 50 pazienti in varie fasi di malattia.

Sede di Tirocinio per le Cure Palliative: il Centro Antea - Rete di Cure Palliative e Terapia del Dolore.
Sono in fase di individuazione altre sedi di tirocinio.

Sede di Tirocinio per la Terapia del Dolore: Centri della Rete di Terapia del Dolore
Le modalità di svolgimento saranno regolate in apposite convenzioni.

Per lo svolgimento del tirocinio sarà necessario avere l’idoneità sanitaria con possibilità di svolgere visite e analisi direttamente al Policlinico Universitario Campus Bio-Medico (costo delle analisi a carico del partecipante).

Borse di studio
È prevista una quota agevolata a favore del personale del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico. L’importo di ciascuna rata è in questo caso di € 2.000 cad., per un totale di € 4.000 anziché € 4.800.

Titolo rilasciato
Ai partecipanti che completeranno il Master e saranno in regola con gli adempimenti amministrativi, verrà rilasciato il titolo di Master Universitario di II livello di alta formazione e qualificazione in Cure Palliative, istituito ai sensi del comma 1, articolo 8 della legge 15 marzo 2010, n. 38 (Disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore).
Per il conseguimento del Master il partecipante deve aver acquisito 120 CFU complessivi articolati in due anni di corso. Per l’esenzione dei crediti ECM fare riferimento alla Determina della CNFC del 17 luglio 2013 in materia di “Esoneri, Esenzioni, Tutoraggio Individuale, Formazione all’estero, Autoapprendimento, Modalità di registrazione e Certificazione”.

 

Iscriviti al master