Particolare attenzione sarà rivolta a Robotica e Nanotecnologie, alla Ricerca Traslazionale per la diagnosi e terapia delle malattie degenerative e al ruolo dell’ospedale sul territorio.

La statua è stata realizzata dall’attrice con Horacio Pagani, creatore delle esclusive supercar, ed è stata scoperta martedì sera nel corso dei festeggiamenti per la diva a Palazzo Torlonia in via dei Condotti a Roma.

Roma, 5 luglio 2017 – Il cuore di Gina Lollobrigida, ultima diva del cinema mondiale, batte forte per l’Università Campus Bio-Medico di Roma. Nella notte del quattro luglio, in occasione della serata di festeggiamenti per i suoi 90 anni (70 dei quali di carriera, un evento organizzato da Tiziana Rocca production e sostenuto, tra gli altri, dall’associazione Via Condotti), la grande attrice ha lanciato un’asta il cui ricavato andrà in parte alla Biomedical University Foundation: una statua, un’esclusiva scultura (realizzata dalla “Lollo” e dal creatore delle esclusive supercar Horacio Pagani) rappresentante la silhouette di una donna che si erge accanto a un’auto del futuro, è stata messa all’incanto per sostenere alcune cause benefiche.

Il 40 per cento dei fondi raccolti andranno alla Biomedical University Foundation, che permetterà così all’Università Campus Bio-Medico di Roma di operare in alcuni importanti settori di ricerca strategici e nel campo dell’assistenza ai malati. 

Nello specifico

-       Robotica e Nanotecnologie per la salute dell’uomo;

-       Ricerca traslazionale per diagnosi e terapia delle malattie degenerative (cancro, Alzheimer);

-       Ospedale e territorio (Telemedicina, Hospice, Rsa)

L’obiettivo che accomuna tutti i progetti – spiega Paolo Arullani, presidente della Biomedical University Foundation – si concretizza nel motto dell’Università Campus Bio-Medico di Roma 'La Scienza per l’Uomo', pienamente in sintonia con la volontà di Gina e Horacio e, pertanto, verso il naturale connubio di 'Arte e scienza per l’uomo'. A loro e ai partecipanti all’asta va la mia e la nostra riconoscenza, oltre alla gratitudine della Fondazione, che ha come principale finalità quella di rendere la Medicina, oltre che la tecnologia e l’innovazione, anche e soprattutto umanità e attenzione alla singola persona”.

La Biomedical University Foundation nasce il 24 giugno 2015 per promuovere ed istituire il primo Fondo patrimoniale inalienabile (Endowment Fund) universitario in Italia, anticipando l’esigenza del Paese di creare fondi di dotazione per strutture private a servizio pubblico. La sua missione è di assicurare la crescita, lo sviluppo e la diffusione internazionale delle attività di didattica, assistenza sanitaria e ricerca dell’Ateneo.

L’Università Campus Bio-Medico di Roma (UCBM) è un Ateneo non statale legalmente riconosciuto che promuove strutture integrate di insegnamento, ricerca e assistenza sanitaria perseguendo come fine principale delle proprie attività il bene della persona e il rispetto dell’ambiente in cui vive. Il campus di Trigoria comprende oggi il Polo della Didattica, il Policlinico Universitario, il Polo di Ricerca Avanzata in Biomedicina e Bioingegneria (PRABB), il Centro per la Salute dell’Anziano (CESA) e il Polo Nido-Infanzia 0-6 'Primavera del Campus'.

L’Ateneo è strutturato in due Facoltà Dipartimentali, che offrono 8 Corsi di Laurea e Laurea Magistrale, 24 Scuole di Specializzazione e un Servizio di Formazione Post-Lauream, provider accreditato per programmi ed eventi ECM (sistema nazionale di aggiornamento professionale per personale sanitario). 

Alle Facoltà Dipartimentali si aggiunge l’Istituto di Filosofia dell’Agire Scientifico e Tecnologico (FAST), istituito nel 2008 per promuovere studi e ricerche applicati al sapere scientifico dal punto di vista del metodo, della sua evoluzione storica, dei suoi fondamenti antropologici e filosofici e delle implicazioni etiche e sociali.