Il corso di laurea triennale per diventare fisioterapista

L’istituzione del Corso di Laurea in Fisioterapia ha l’obiettivo di formare fisioterapisti con elevate competenze professionali in grado di svolgere in autonomia, o in collaborazione con altre figure sanitarie, interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori e di quelle viscerali conseguenti a eventi patologici, a varia eziologia, congenita o acquisita, nell’ambito della propria competenza e ai sensi delle vigenti normative.

Al termine del percorso formativo gli studenti acquisiranno competenze specifiche della professione, necessarie per lo svolgimento delle attività di studio, didattica e consulenza professionale.

Nel nostro Ateneo riveste particolare rilievo, come parte integrante e qualificante della formazione professionale, l'attività formativa pratica e di tirocinio guidato, svolta, con la supervisione e la guida di tutor professionali dedicati, presso il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico e altre strutture sanitarie e ospedaliere territoriali. L’attività di tirocinio guidato mira a facilitare sia l'apprendimento teorico, sia l'acquisizione delle abilità pratiche.

La stretta collaborazione della Facoltà Dipartimentale di Medicina e Chirurgia con la Facoltà Dipartimentale di Ingegneria offre agli studenti l’occasione privilegiata di sperimentare le più moderne tecnologie in ambito riabilitativo: piattaforme robotiche per la riabilitazione della mano e dell’arto superiore; gait analysis con sensori inerziali, piattaforme di carico, sistema optoelettronico, treadmill sensorizzato; pedane sensorizzate per la valutazione ed il training dei disturbi propriocettivi e dell’equilibrio; analisi cinematica della gabbia toracica.

Il piano di studi del corso è suddiviso in semestri (180 CFU, frequenza obbligatoria) nel rispetto del monte ore stabilito dalla normativa comunitaria.

Durante i tre anni di corso gli studenti approfondiranno le scienze di base, le scienze cliniche e le metodiche riabilitative necessarie al raggiungimento dell’autonomia professionale:

  • Il primo anno è finalizzato a mettere lo studente nelle condizioni di appropriarsi, oltre che dei contenuti propri della scienza riabilitativa, anche di quelli di discipline propedeutiche e fondamentali per la comprensione dei fenomeni connessi alla riabilitazione.
  • Il secondo anno di corso si caratterizza per un orientamento specifico in ambito medico, chirurgico e riabilitativo ed ai relativi interventi preventivi, terapeutici ed assistenziali.
  • Il terzo anno si focalizza sull’analisi degli elementi della qualità del servizio, dei processi organizzativi, delle norme in campo contrattuale, giuridico e deontologico. Inoltre, il terzo anno mira all’approfondimento delle tecniche riabilitative, a potenziare la capacità di lavorare in team e in contesti operativi complessi al fine di raggiungere l’autonomia professionale.

Le attività di tirocinio si svolgeranno trasversalmente lungo tutto il percorso di studio, così come previsto dalla normativa nazionale.