EFMA 2022: Sostenibilità ed inclusività dei criteri ambientali al centro del 31esimo convegno annuale dell'Associazione Europea dei Manager della Finanza in corso all'Università Campus Bio-Medico di Roma

Roma, 1 luglio 2022 - Sostenibilità ed inclusività dei criteri ambientali, sociali e di governance (Environmental, Social and Governance – ESG) nei prodotti e nei processi finanziari e di finanza imprenditoriale sono al centro di EFMA2022, il 31esimo convegno della European Financial Management Association ospitato a Roma dal 29 giugno al 2 luglio dall’Università Campus Bio-medico di Roma (UCBM).

Per tre giorni si confrontano oltre 300 tra professori ed esperti di fama mondiale nel campo della finanza, tra i quali la keynote speaker Toni Whited dell’University of Michigan e Douglas Cumming della Florida Atlantic University. EFMA 2022 prevede la presentazione di oltre 300 lavori scientifici e l’intervento del Presidente della Commissione Finanze della Camera dei deputati On. Luigi Marattin.

Università Campus Bio-Medico di Roma, sede dell’evento, punta sempre più alla diffusione della cultura dell’uso sostenibile e responsabile (Sustainable and Responsible Investment – SRI) delle risorse finanziarie come strumento in grado di influenzare il modello di sviluppo economico e renderlo più coerente con i principi etici della centralità dell’uomo e del contesto sociale.

“La finanza sta assumendo sempre più un ruolo pedagogico nel diventare uno strumento di indirizzo consapevole e responsabile delle scelte di allocazione delle risorse reali verso una maggiore sostenibilità ambientale e sociale” – dichiara il prof. Roberto Guida, presidente del convegno e ordinario di Finanza imprenditoriale all’Università Campus Bio-Medico di Roma – “Un ulteriore sforzo va profuso verso la diffusione di una cultura finanziaria meno fine a se stessa e più votata al sostegno di modelli imprenditoriali che tengano conto della centralità del fattore umano nella proposizione dei modelli di business. Ed è questo quello che nel nostro Ateneo stiamo cercando di fare a favore delle nuove generazioni, investendo su questi temi in didattica, ricerca ed iniziative di terza missione”.

“La sostenibilità è al centro degli obiettivi del Campus Bio-Medico: è iniziata la realizzazione di un parco sperimentale multifunzionale, un polo dedicato alla salute e alla formazione immerso nel verde, capace di attrarre start up, ricercatori e imprese per produrre beni e servizi di benessere comune in costante dialogo tra i valori della cura della persona, l’ecosistema ambientale e la socialità” ha dichiarato Andrea Rossi, AD di Ucbm.

Nel Social Green Masterplan, il piano di sviluppo presentato al Convegno Efma il primo luglio dal Direttore Generale della Campus Bio-Medico SpA, Domenico Mastrolitto, rientra anche il Cubo, l’edificio in costruzione negli spazi del campus universitario destinato alla formazione universitaria che offrirà nuove aule, spazi comuni, un auditorium e un simulation center.

Ultime News