La giornata vuole favorire la collaborazione tra ematologia e farmacologia clinica per la gestione delle complicanze infettive nel paziente ematologico

28 giugno 2018  – Le complicanze infettive hanno sempre rappresentato una problematica di rilievo nella gestione dei pazienti con malattie del sangue. Da qualche anno, l'introduzione deinuovi farmaci target nel trattamento delle neoplasie ematologiche ha certamente portato a un notevole miglioramento della prognosi, ma di contro ha posto i clinici di fronte a una sempre crescente difficoltà di gestione di queste terapie, sia per l'insorgenza di infezioni (anche in pazienti affetti da malattie croniche in cui storicamente non si riscontravano) sia per la problematica delle interazioni farmacologiche tra queste nuove molecole e gli altri farmaci che vengono comunemente somministrati nei pazienti, specie se anziani.

Giovedì 4 ottobre si terrà presso UCBM un corso ECM dedicato proprio a "La farmacologia clinica per l'ematologo". La giornata di formazione, che dà diritto all'acquisizione di 8 crediti ECM, ha lo scopo di mettere in evidenza come la collaborazione attiva tra ematologi e farmacologi clinici rappresenta al momento uno strumento necessario per migliorare l'appropriatezza del trattamento delle malattie del sangue, con particolare riferimento alla gestione delle complicanze infettive e della terapia anitmicrobica.

Il corso è rivolto a ematologi, farmacologi clinici, infettivologi, microbiologi e virologi, biologi, farmacisti ospedalieri e pediatri, per un massimo di 60 partecipanti. È inoltre aperto anche agli specializzandi.

È possibile iscriversi entro lunedì 1° ottobre, inviando un'e-mail all'indirizzo [email protected].