Flickr

Youtube



Il corso di laurea triennale per diventare infermiere

La formazione degli infermieri è un punto d'eccellenza dell'offerta didattica dell'Università, tra i primi in Italia ad attivare nel 1993 il Corso di Laurea in Infermieristica (180 CFU, frequenza obbligatoria). Il progetto assistenziale dell'Università Campus Bio-Medico di Roma riconosce infatti al corpo infermieristico un ruolo fondamentale per la qualità dei servizi erogati.

L'infermiere garantisce qualità delle cure, prestando attenzione ai bisogni di salute e relazionali specifici di ogni paziente. Opera nei servizi di prevenzione, cura, riabilitazione e di assistenza domiciliare. Svolge attività di educazione sanitaria. Soprattutto in ambito ospedaliero, ha importanti responsabilità organizzative, gestisce tecnologie e risorse umane.

Il Corso di Laurea consente di accedere alla Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche e a Master di 1° livello (sono attivati presso l'Università Campus Bio-Medico di Roma Master in ambito manageriale, in assistenza infermieristica e strumentazione in sala operatoria e in cure palliative e terapia del dolore).

Fin dal primo anno di corso è previsto un tirocinio formativo, presso il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico e altre strutture sanitarie e ospedaliere territoriali, per acquisire, sotto la guida di un tutor professionalizzante, le abilità e le tecniche necessarie al raggiungimento di un’autonomia professionale. Le attività di tirocinio del primo anno consistono nell’accoglienza in reparto, nell’osservazione e nell’esame del paziente per comprenderne i bisogni infermieristici fondamentali. Al secondo anno lo studente impara a strutturare il ragionamento diagnostico, a elaborare piani assistenziali, a somministrare le terapie, a impostare programmi di educazione terapeutica e alla salute del paziente, a gestire il paziente in situazioni critiche, a prepararne le dimissioni. Attraverso il tirocinio del terzo anno, lo studente d’infermieristica acquisisce esperienza nell’ambito delle pratiche diagnostiche e terapeutiche più specifiche delle singole aree specialistiche, in vista del completamento del percorso formativo e dell’inserimento nel mondo del lavoro.

Accanto a fondamenti di Anatomia Umana, Fisiologia, Patologia Generale e Biochimica, il percorso di studi si caratterizza per materie scientifiche quali Infermieristica Generale, Clinica in area critica, in Chirurgia e in Sanità Pubblica, Infermieristica comunitaria, Management sanitario, Metodologia clinica infermieristica, Diritto Sanitario, Deontologia Generale e Bioetica Applicata.

Gli studenti possono personalizzare il proprio piano di studi scegliendo attività didattiche elettive di loro particolare interesse, per complessivi 6 CFU (seminari, corsi monografici, partecipazione a convegni, internato elettivo di laboratorio o tirocinio clinico, etc.).